Il bubbo cine

Ohne dich ist alles doof


Lascia un commento

Psychiatric help

E’ vecchia, ma mi fa sempre ridere quando ci penso.

Annunci


2 commenti

Su con la vita, Cahrlie Brown!

Schulz è un filosofo.

Questa è da sempre una teoria che io difendo a spada tratta, e ora finalmente fra le mani ho le prove che qualcuno la pensa come me.
Ho comprato questo libro, “Su con la vita Cahrlie Brown“, scritto da Abraham J. Twerski, uno psichiatra che con questo libro ci aiuta ad affrontare i piccoli problemi della vita con le strisce dei Peanuts.
E quindi vediamo che dalla scena in cui Charlie Brown prova tutti gli anni a dare fiducia a Lucy credendo che gli farà calciare la palla, possiamo imparare qualcosa, dalle teorie di Lucy possiamo imparare qualcos’altro, dalla goffaggine di Charlie Brown qualcos’altro ancora..
Andando sul personale, devo dire che Woodstock mi assomiglia in maniera inquietante..

Schulz ha creato una striscia che racchiude in sé un autentico tesoro di riflessione, di filosofia e psicologia. E se è vero che un disegno vale quanto mille parole, allora Schulz ha scritto più di molti degli autori più prolifici del mondo interomessi insieme. I personaggi di Charls Schulz divertono, ma non solo: essi mettono in scena importanti dinamiche psicologiche in maniera così semplice e immediata da dissimulare l’efficacia del loro impatto.

Questo era un piccolo brano tratto dalla prima pagina…


1 Commento

eeeeeehhhh il mio amico Charlie Brown

Si è capito che sono fissata con i Peanuts?
Se non si è capito, capivatelo. L’ultima cosa e poi la smetto, davvero, sennò divento noiosa e monotematica, però oggi sono felice perché ho aggiunto un altro capitolo alla mia raccolta.
Ho comprato “Il grande libro dei Peanuts” con tutte le strisce degli anni ’90, così ora mi mancano solo gli anni ’60 e ’80.
Sono dei bei mattoni anche un po’ pesanti, però mi da proprio l’idea di possedere qualcosa di prezioso, qualcosa che solo i fan possono apprezzare. Lo so che poi non è così, perché non stiamo parlando di un pezzo da collezione di chissà quale valore, ma a me piace pensarlo.
Ora mi berrò il mio tè verde alla rosa, sperando che mi faccia calmare questo bruciore fastidiosissimo alla gola e mi divorerò il libro!

Finalmente ho ascoltato l’ultimo di Cristina Donà, “La quinta stagione” e devo dire che mi è piaciuto davvero tanto, ero un po’ dubbiosa, pensavo fosse un album noioso invece mi sono ricreduta già al terzo pezzo. E poi mi innamorai di Invisible Girl al primo ascolto..
Qui il sito, e qui la wiki.

Ho scoperto, nel frattempo, perché non mi piacciono i punti… troncano i pensieri. È tutto…