Il bubbo cine

Ohne dich ist alles doof


1 Commento

Mascara. O Rimmel (per dirla alla De Gregori)

Questo è un post per femminucce, vi avverto. Però potrebbe essere interessante anche per altri, visto che purtroppo ormai è sempre più frequente andare in giro ed incappare in pseudo-maschi truccati con fondotina, mascara, matita e lucidalabbra. Ed è vero che non ci sono più i maschi di una volta, quelli che parlano poco, hanno la barba incolta, i pantaloni un po’ più larghi del dovuto..eeehhh…vabbè, lasciamo perdere va’.
Insomma, io mi trucco poco però è praticamente impossibile che esca di casa senza almeno un po’ di mascara, e sinceramente mi sono sempre chiesta cosa ci fosse dentro, se fa male alle ciglia, se c’è vernice, lacca o robe del genere.
L’altro giorno sono incappata in un servizio su un giornale proprio sul contenuto del mascara, e quindi ve lo dico:

  • Pigmenti: sostanze coloranti di origine minerale. Per i mascara colorati si usano lacche sintetiche.
  • Oli: vegetali o sintetici, danno scorrevolezza e rendono brillanti e lucidi i pigmenti.
  • Cere: danno elasticità al mascara, e proteggono le ciglia. Un esempio è la cera d’api.
  • Polimeri: incurvano, allungano e lucidano le ciglia. Sono resine per composizione simili al domopack, ma possono comunque essere di vario tipo.
  • Filmogeni: Servono per creare uno strato isolante nei mascara waterproof, così l’acqua non fa colare i pigmenti colorati e si evita l’effetto panda.
  • Acqua: Questo è l’elemento indispensabile per creare il mascara (ma va?strano..). Si dosa in base all’effetto che il mascara deve creare.
  • Emulsionanti: Sono materie prime che servono per far diventare cremose le componenti liquide del mascara.

A livello pratico due sono i mascara migliori che ho provato (e per migliori mi riferisco al fatto che non bruciano gli occhi quando mi strucco, non cola quando sbadiglio e mi lacrima un po’ l’occhio, non fa grumi e non fa l’effetto ciglia finte), e sono questo di Chanel e questo di Clinique.
Ecco, tutto questo mi fa un po’ impressione, non so quanto possa nuocere alle ciglia, però so che senza mascara sembro un po’ alla sposa cadavere di Tim Burton.
Poi magari cercherò notizie su fondotinta, ciprie e fard vari, ma sinceramente preferisco rimanere nel dubbio.

Tra un paio di mesi dovrei lasciare questa casa, quindi se per caso sapete di qualcuno che cerca una singola, ben arredata, luminosa, coinquiline simpatiche e per niente invadenti, ottima zona, a 5 minuti di bus dal centro, ditegli di contattarmi.

Annunci


4 commenti

Creme & creme

Sono qui che tento di digerire un panino che mi sono fatta per pranzo, ma non un panino col prosciutto già confezionato, un panino da maestri, come ho imparato a fare da “Panino amore mio” del Gambero rosso.
Purtroppo non ho la foto, perché l’abbiamo divorato in trenta secondi e mi è venuto in mente solo dopo di fotografarlo, però vi dico i pochissimi ingredienti che sono serviti per fare questa bontà:
– pane per hamburger
– insalata fresca
– salsiccia schiacciata a forma di hamburger
– occorrente per houmous, la cui ricetta si trova qui, che non è una vera e propria salsina, ma io l’ho utilizzata come tale, veramente buonissima!!
Basta scaldare il pane, un cucchiaino di houmous, insalata, salsiccia e ancora salsa. Divino!

E ora tanto per far cambiare pagina a tutti i maschietti, visto che si avvicina la stagione invernale, è bene fare un punto della situazione su cosa comprare in profumeria. Consiglio ovviamente il trattamento in tre fasi della clinique, che è fondamentale per avere pelle pulita, per proteggerla dallo smog, e per non avere più quel simpatico brufoletto mensile che ci viene a trovare immancabilmente a TUTTE.
Importante è anche la crema superidratante, da mettere sera e mattina “Moisture surge extra”, sempre di clinique.
Questo invece è fondamentale per chi ha come me le occhiaie, a qualsiasi ora del giorno e della notte e in qualsiasi condizione psicofisica, è della Lancome, ed è la migliore che ho provato.
Per quanto riguarda il trucco, se avete una cinquantina di euro da spendere, e non sapete proprio cosa farci, c’è questa “exclusive création 4 camelias de chanel(nome di una pomposità imbarazzante), che sono 4 rossetti cremosi a forma di camelia in 4 tonalità, una trasparente e 3 rosa diversi, in una confezione veramente bella.

p.s: Per chi non l’avesse notato, ho messo un’immagine di Lucy nella colonna di destra, cliccandoci sopra si potrà vedere ogni settimana una striscia dei Peanuts, che ho deciso di mettere dato che sono il mio fumetto preferito!