Il bubbo cine

Ohne dich ist alles doof


Lascia un commento

Gioca il giusto

Giuro che “gioca il giusto” detto alla fine della pubblicità del Superenalotto è una delle frasi più idiote e approssimative che io abbia mai sentito, persino più idiota di “bevi con moderazione” alla fine della pubblicità dell’amaro Averna.

Il giusto..

Quant’è giocare il giusto? Qual’è il limite giusto che lo Stato ci consente di spendere senza essere tacciati di dipendenza? Una schedina per ogni estrazione?Non so, una ventina di euro al mese regalati allo Stato?Si forse si intende questo..
Ma andatelo a spiegare alle signore che buttano la pensione dal tabaccaio sotto casa.

 


Lascia un commento

Sanremo 2011

Avevo tante cose da dire su questa edizione del Festival di Sanremo, ma poi mi sono resa conto che Pop Topoi le aveva appena scritte.

Pop Topoi, meno male che ci sei tu!

Cito una cosa a caso:
Luca Barbarossa e moglie di Alonso. Poverini, quando hanno scritto questa canzone avevano solo un dizionario di italiano abridged. “Amore, dolore, cielo, mare, sole.” La risposta a Giò di Tonno e Lola Ponce che non avevamo chiesto.

L’appuntamento è a questa sera qui.


3 commenti

welcome back Polly

Non sono mai stata una fan sfegatata di Pj Harvey, se non per un breve periodo durante l’adolescenza, quel momento in cui il classico amico più grande ti apre le porte del favoloso mondo della musica indipendente con quelle compile registrate nelle cassette, che un giorno, a quasi 30 anni, ti ritrovi a sbucaltare tutta la camera per cercare di capire dove diavolo siano finite perché “di sicuro, io non l’ho buttata.”

Dicevamo, PJ Harvey è tornata e a giudicare dai primi ascolti, direi alla grande. “Let England shake” è un album meraviglioso, sicuramente uno dei modi migliori per iniziare l’anno.
Si può ascoltare integralmente qui.

Per ora In the dark places è la mia preferita, ma, conoscendomi cambierò idea altre mille volte.