Il bubbo cine

Ohne dich ist alles doof

Sul tradurre

4 commenti

“Sul tradurre- esperienze e divagazioni militanti” è un libro bellissimo. E’ un libro bellissimo per chi come me ha sentito la chiamata della traduzione ma non sa dove sbattere la testa, per chi come me quando legge un libro tradotto deve inesorabilmente comprare su amazon la versione originale perché deve sapere per forza come era in originale quel determinato gioco di parole, o per chi, come me, è semplicemente innamorato dell’italiano.
Susanna Basso, l’autrice, è una delle traduttrici più attive del panorama italiano, e ha deciso di raccontare le proprie fatiche, i propri errori e le proprie soddisfazioni in 160 pagine meravigliose (volevo scrivere meravigliose pagine, ma qualcuno mi ha detto che il mio vizio di mettere l’aggettivo davanti al nome fa troppo Manzoni, quindi apprezzate il mio sforzo!).
Si percepisce fin dalle prime righe che questo libro viene dal cuore, e se ne ha la certezza quando l’autrice racconta senza vergogna a noi lettori inesperti i suoi primi tentativi di tradurre Kazuo Ishiguro, un autore piuttosto difficile, che ha preso la grammatica inglese, l’ha fatta sua e ci ha costruito intorno gli intrecci di libri interi, ma anche quando ci racconta il suo metodo di traduzione.
Questo piccolo manuale andrebbe conservato gelosamente nella propria libreria e andrebbe riletto ogni volta che di fronte ad un testo che ci da la sensazione di non riuscire ad onorare nella propria lingua, venga voglia di mollare tutto e fare domanda alle poste.

Quando siedo davanti alle parole di un autore e ascolto la sua scrittura declinare una voce che non mi appartiene, io so che solo con l’invidia saprò sorvegliare il testo dell’altro mentre si fa mio. So di dover utilizzare ogni sillaba del mio invidioso ascolto a garanzia di una fedeltà che non ha nulla a che fare con l’eterna disputa tra la lettera e il senso, ma che si realizza nell’intima impossibilità di staccarmi da tutto ciò che compone la geometria e il mistero di una voce. l’invidia è la mia risorsa; accompagna la lettura, l’elaborazione silenziosa e la genesi del testo tradotto.

Qui trovate anche una breve intervista fatta da Ilide Carmignani (no dico..)

E grazie al mio filosofo di fiducia per avermelo consigliato!

Annunci

4 thoughts on “Sul tradurre

  1. c’è anche qualche bello zufrasso, lì dentro, ma in fondo è un bel libro. se quel deficiente dell’editore si decide a ristamparlo, “Il mestiere di riflettere” ti piacerà da morire.

    salutami il filosofo e il resto della banda. mi mancate.

    • Anche te ci manchi, ho imparato davvero tanto da te in così poche lezioni..ma tanto vedrai che tornerà a tormentarti di quanto in quando!
      Sono sicura che nel mio girovagare prima o poi il mestiere di riflettere lo trovo, ormai è una questione di principio!!
      Ti saluto tutti sabato :)

  2. guarda che l’altro giorno quando vi dissi che spero di avervi dato la metà di quello che avete dato a me ero sincera. siete un gruppo bellissimo, eterogeneo, allegro e con delle testoline funzionanti a manetta e dei gran bei cuoricioni.

    davvero spero di non perdervi di vista. se non vieni a tormentarmi tu, vengo io. è una minaccia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...