Il bubbo cine

Ohne dich ist alles doof

L’arte dissente

Lascia un commento

Ieri sono andata a passare del tempo alla Feltrinelli e come previsto ne sono uscita con un libro, anche se non era mia intenzione comprare qualcosa.
Non avevo idee precise e mi è saltato all’occhio uno scaffale con tutti i romanzi di Jeanette Winterson, due dei quali li ho già letti, quindi ho preso fra le mani quest’ “arte dissente” e non l’ho più mollato. Amore a prima vista!
Non è un romanzo, ma una raccolta di saggi critici che la Winterson scrive per rispondere ad una domanda che tutti ci facciamo, ma di fronte alla quale non ci sono risposte semplici, ovvero: cos’è l’arte?
L’autrice prende in considerazione dipinti, poesie, romanzi e novelle, l’arte in senso lato, in tutte le sue forme, e cerca di sviscerare l’argomento, cerca di analizzarla partendo dal punto di vista di un fruitore medio, ovvero con poca o nulla conoscenza dell’argomento.
Lo spunto da cui parte tutta la critica è proprio in occasione di un viagigo ad Amsterdam, in cui la Winterson si trova di fronte ad un quadro dal quale viene totalmente rapita, pur non sapendo assolutamente niente di arte. Resta ore a fissarlo, ed inizia a chiedersi in base a cosa si possa affermare che un quadro sia bello o meno..
Da qui parte una disquisizione che dura 190 pagine e si sviluppa prendendo in considerazione anche opere letterarie come Orlando o Onde della Woolf, ma non solo.
Un libro di quelli che prendono dalla prima parola, un libro che fa venire sete di conoscenza, voglia di sapere e di conoscere nel vero senso della parola, ma un libro che viene capito meglio se si hanno delle basi di letteratura, soprattutto inglese. Un libro che esalta l’arte in tutte le sue forme.
Lo consiglio caldamente, così come consiglio gli altri romanzi della Winterson.

L’arte è eccesso.La fornace infuocata, il lago ghiacciato. Evoca sentimenti estremi; coloro che la sconfessano e coloro che la creano lo fanno con violenza. Coloro che si innamorano-di quel quadro, di quel libro- lo fanno con passione. Una volta incontrata, l’arte ti chiederà una reazione.
[…]
Sono venuta al mondo nuda, ma colpi di pennello mi coprono, il linguagigo mi eleva, la musica mi da un ritmo. L’arte è il mio bastone e il mio sostegno, il mio rifugio e il mio scudo, e non solo il mio, perchè l’arte non esclude nessuno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...