Il bubbo cine

Ohne dich ist alles doof


3 commenti

Consorzio giardinieri indipendenti

Ora ho il trip delle piante e dei fiori.
Praticamente da quando è venuta una temperatura un po’ più mite non penso ad altro che a mettere piante in balcone, assolutamente non curante del fatto che non so davvero niente di giardinaggio.
Al momento ho 3 gerani, 1 cactus, 1 pianta di rosmarino, 1 pianta grassa rubata a Sara e dei semi di non si sa quali fiori che esitano a spuntare, nonostante il sole e l’acqua e le mie cure.
Premesso questo, sono incappata nel progetto di eugea, società che nasce da un gruppo di ricercatori della facoltà di agraria di Bologna.
L’obiettivo è quello di promuovere la biodiversità nelle città, cercando di ricreare degli habitat favorevoli alla vita dei piccoli insetti che a noi sembrano fastidiosi, ma son fondamentali per la vita del pianeta: api, ragni, formiche, coccinelle, farfalle..
Oltre ad organizzare visite guidate per ragazzi, loro hanno ideato e messo in vendita dei kit per il giardinaggio, ovvero il kit per l’orto, per gli insetti utili e per farfalle; in ogni kit ci sono i semi di varie piante che attirano ed aiutano lo sviluppo di questi piccoli ed operosi insettini, che ahinoi stanno sparendo dalle nostre città (o forse sono già sparite..).
Si possono comprare in negozi di Bologna e di Roma, o ordinare da internet (le coccinelle ad esempio, che mangiano i parassiti delle nostre piante, vanno ordinate, ma arrivano nel giro di 24 ore).
Tutte le informazioni sono contenute nel sito, io domani vado alla ricerca del kit per le farfalle, nella speranza di riuscire a dare il mio piccolissimo contributo al benessere del mondo animale e della biodiversità.

Ieri sera MAM live@Locomotiv, mi ha fatto piacere ritrovare un Maolo stanco, ma in grande forma, e un live divertente che mi ha sorpreso.

Annunci


6 commenti

Cedo al meme

Come suggerito dalla kikka, anche io partecipo a questa catena del “le sei cose che ami fare”, che però non è così banale come potrebbe sembrare a prima vista..

Dunque, innanzitutto bisogna linkare la spiegazione dettagliata di Wikipedia della parola meme. Da brava linguista io avevo interpretato il significato come même, in francese, che significherebbe stesso, identico, e proprio pensando alla classica catena di sant’Antonio in realtà poteva anche starci, poi invece ho capito che la parola meme ha più a che vedere con la memoria che con altro..

Eniuéi, ci ho pensato un po’, e non è facile trovare solo 6 cose che ami particolarmente fare, ma ci proverò, in rigoroso ordine casuale:

  1. Amo particolarmente andare al mare alle 8 di mattina, quando non c’è nessuno, il sole è ancora tiepido e addormentato, il mare piatto, la sabbia fresca e il silenzio sublime.
  2. Amo particolarmente cucinare cose buone (anche se poi non vengono poi così bene) soprattutto primi e dolci, e amo guardare mamma mentre fa la pizza e i tortelloni, perché so che a me non verranno mai così
  3. Amo particolarmente scovare album nuovi e ascoltare musica a volume altissimo, sola e in totale relax dopo aver lavorato
  4. Amo particolarmente festeggiare il mio compleanno in montagna con tutta la family perché c’è la neve, ci sono gli sci, ci sono i dolci, ci sono i regali di natale e c’è anche mio fratello
  5. Amo particolarmente girare per il centro di Bologna con bebo, guardare scarpe e vestiti, sentirmi tremendamente materiale e per niente in colpa, e finire poi la passegigata da stregate ad annusare tè nuovi, ma mi raccomando non troppo dolci
  6. Amo tremendamente togliermi l’orologio e leggere i libri di Jeanette Winterson, e addormentarmi solo dopo aver letto le strisce dei Peanuts.

Ecco, dovrei aver finito, certo, ce ne sono un altro milione di cose che amo fare, ma queste sono le prime sei in assoluto.
Accorrete numerosi, e non fatemi sentire l’unica che ha aderito a questa catena!


1 Commento

Up with the royals

In un giorno un po’ così, ho scoperto un album fantastico.
Esce il 5 maggio ( 12,50 € comprese le spese di spedizione), me lo compro, prometto, ma non ce la facevo ad aspettare ( e ora ho capito che ho fatto veramente bene), è il nuovo album di remix dei miei adorati Port-Royal, Flared-up.
A chi non piace il genere vada a farsi un giro, ma agli altri dico di procurarsi il cd appena esce; un esplosione di suoni, armonie, tempi dilatati e bassi che fanno male.
Flares Pt. 3 per ora è la mia preferita!
Il meglio dei Port-Royal remixato da Fizzarum, Manual, Dialect, Ulrich Schnauss etc..
L’album è già in preorder dal sito della resonant che è la loro casa discografica, mentre per il myspace dei Port-Royal cliccate qui.
Tutto quello che ci vuole per rilassarsi in una delle prime giornate primaverili di questo aprile, mentre si sistemano le piante e si curano i fiori che devono ancora nascere..
Sperando che tornino presto a Bologna..


Quindi,
uptheroyal.

EDIT: La mia copia è in pre-order :)


Lascia un commento

Berlusconi international

Ecco un paio di articoli sul nostro neopresidente, apparsi rispettivamente sul sito della BBC e sul sito del tedesco SPIEGEL.
Almeno quello in inglese vi prego di perdere 5 minuti a leggerlo, perché è piuttosto interessante, riguarda il motivo per cui Berlusconi riesce ad avere così tanto potere in italia e nella nostra televisione.
Per quanto riguarda l’articolo tedesco, il succo è questo:
Berlusconi ha criticato il governo spagnolo, perchè è troppo rosa. Dice che Zapatero avrà molti problemi e che in Italia unb governo con tutte queste donne non è possibile perché non ce ne sono di abbastanza qualificate.”
Allora donne, via via, tutte ai fornelli e a pulire casa, tanto siamo qualificate solo in quello evidentemente.
Facciamoci governare da Calderoli. Aaah allora si che stiamo tranquille, lui si che è qualificato…
Compliments.
BBC
DER SPIEGEL


1 Commento

Madonna & Justine

Il video in questione è questo:

Ora, io sono una grande fan dell’ultimo album di Madonna, quello stile so 80’s era perfetto e al momento giusto, i pezzi tiravano, lei in forma smagliante, il body fuxia ha fatto storia, ma..
Ma secondo me quest’album nuovo è uscito troppo presto.
Manca di idee nuove, è trita, e un po’ banalotta. Mi spiego meglio, non è male, tira comunque, l’inizio è divertente, ma è esattamente quello che ci si aspettava, manca l’effetto sorpresa, manca quel rimanere a bocca aperta di fronte alla nuova creatura di Madonna, come siamo abituati a fare.
Innanzitutto, Timbaland ha veramente rotto, è un po’ troppo prezzemolino e secondo me ha bisogno di staccare per un po’ per ritrovare qualche idea nuova, così come Giustino, per quanto mi piaccia. Basta davvero, non se ne può più. Il momento è ok peeeeer…andare in vacanza e sparire per un pò.
Vogliamo parlare anche del look?
Vogliamo parlare del corpetto rosa cipria? mi dispiace, ma fa schifo, nonononono.
Vogliamo parlare di quegli zigomi che stanno su come dei palloncini pieni di elio? o vogliamo parlare del fatto che non riesce ad aprire la bocca da quanto ha le guance tirate?
Credo che questa mania del “senza rughe” abbia toccato davvero livelli inimmaginabili, il voler essere giovani per forza è diventato ormai sinonimo di ridicolo. Davvero, Mi sento di dire che Madonna in questo video è ridicola.
Non credo che due rughe sotto gli occhi (che spariscono sotto le mani di un sapiente make-up artist) sarebbero state un problema per la popolarità di Madonna. Voglio dire, tanto si sa che ha 50 anni, è l’ora di smetterla di essere ragazzine per forza.
Ha un fisico da urlo, non c’era alcun bisogno di rovinarsi il viso.
Lei come tante altre del suo giro.


1 Commento

Designer: Anna Gili

Sfogliando le pagine del settimanale di Repubblica D Casa mi sono imbattuta in un vaso di questa designer umbra.
Nella sua pagine del Politecnico di Milano, dove insegna, c’è scritto questo:

Per Anna Gili, gli oggetti che ci circondano non sono neutri e impersonali, ma partecipano alla vita, sono interattivi, ci aiutano a mantenere legami con il mondo e con il nostro immaginario.
Gli oggetti ci riportano, attraverso la loro simbologia, alla nostra infanzia ma anche a tempi più antichi.

Ha un curriculum da fare invidia, e crea oggetti colorati e divertenti di tutti i tipi: lampade, vasi, foulard, cartoline, gioielli e mobili. Il Leitmotiv delle sue produzioni sono però gli animali, che appaiono dovunque e in varie forme, tipo il mobile cat, dog o tiger, certo partono da 5000 €, ma per l’arte questo ed altro!
Il mio preferito resta comunque questo puff tondissimo qui:
puff

Anche nelle lampade il tema animali ricorre insistentemente, dove i protagonisti sono elefanti e gatti.
Si trovano tutte le informazioni su di lei, sulle su creazioni e su come acquistarle online nel suo sito.