Il bubbo cine

Ohne dich ist alles doof

I movimenti dei Booka Shade

6 commenti

Stavo spulciando la mia cartella “musica” e non appena sono arrivata alla B di Booka Shade ho avuto un flash, ovvero mi sono dimenticata di parlare del live set che hanno fatto a Bologna, più o meno un mesetto fa, il 23 febbraio, all’Estragon.
Premetto che ci sono quasi stata trascinata, avevo lavorato come un treno per 8 ore e mezzo, faceva freddo, e avrei voluto starmene in poltrona con un plaid e un tè caldo, ma la mia vita sociale aveva bisogno di essere mantenuta in vita, e allora ho deciso che sarebbe stata una bella serata, nemmeno troppo lunga.
Nemmeno un’ora dopo ero all’Estragon, dove suonavano gli Zen Circus, un gruppo di Pisa nemmeno troppo male, che però ha commesso un errore davvero stupido da fare su un palco, ovvero dire una frase piuttosto acida sul gruppo che li avrebbe seguiti, dando velatamente degli idioti a tutti quelli che come me erano lì che aspettavano che i Booka si mettessero a suonare. La frase incriminata è la seguente: “E ora lasciamo il palco A Booka Shade, tanto ormai la musica che piace è solo quella registrata”. Uscita piuttosto infelice in quanto dimostri di non sapere cosa voglia dire live set, e dimostri una conoscenza limitata del panorama musicale attuale. Ma non approfondisco la questione, che sarebbe tropo lunga.
Quindi i tedeschini salgono sul palco, un po’ di musica per iniziare a muoversi, e ad un certo punto, BOOM, sono partiti, e dopo 3 cuba libre mi sono ritrovata ad aver fatto il vuoto intorno a me, perché prendevo tutti a gomitate e pestoni senza riuscire a smettere di ballare..Sono stati bravissimi, ritmi assassini, una coordinazione che tutto ha tranne che dell’umano, i suoni giusti per non farci mai smettere di muoverci. E un titolo migliore di Movements, per quel secondo album non potevano davvero sceglierlo.
Non credevo che mi sarebbero potuti piacere tanto, ma credo che abbiano capito che stavamo apprezzando dal fatto che non li volevamo mandare via dal palco, eravamo in pochi ma urlavamo tutti “One more, one more”..
Alla fine volevo andare anche da loro, provare a dirgli che erano stati grandi, ma poi ho pensato che sarebbe servito davvero a poco, ho pensato che la cosa migliore per far vedere che si sta apprezzando un live set sia ballare, ballare e ballare, e noi eravamo pochi là dentro, ma abbiamo ballato tutti più che potevamo..
Ero sudata fradicia, ma dopo un’ora di live set, le 8 di lavoro le avevo già dimenticate.

Annunci

6 thoughts on “I movimenti dei Booka Shade

  1. Una bella iniezione di legna petinata quanto basta. Però avessi potuto vedere con cosa giocava il giondino dietro alla scenografia sarei stato ancora più contento.

  2. Incredibòl, senza parole per tale pettinatezza!

  3. hanno pettinato un kid come rocca figuratevi a voi fighetti che vi hanno fatto in testa, comunque enorme rispetto per i booka shade

  4. Rocca, di loggarti così posso vedere il tuo millesimo blog e mettere il link, no eh?? :D

  5. io in una teoria vaga sarei loggato, ma wordpress mi odia e visto che non sono mai stato emo gli spacco la faccia…

    roccahc@wordpress.com

    mi autospammo su richiesta

  6. Ma questo non è l’indirizzo del blog, questa è un’ipotetica mail.
    Già, la tua mail qual’è visto che non ne ho la più pallida e quelle che ti mando mi tornano sempre indietro?
    99@inwind ancora?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...