Il bubbo cine

Ohne dich ist alles doof

Casa dolce casa

2 commenti

panorama casalingo

Ogni tanto bisogna pur tornare alle orgini..è la prima volta da quando sto a Bologna che non torno a casa per un mese. Lo so, c’è chi ci torna due volte all’anno, chi sta meglio in città, chi non vuole tornare al paesino perché si sente soffocare, chi rinuncia all’università per stare con i genitori.
Io sono una via di mezzo fra questi estremi, ovvero: adoro Bologna, e sta iniziando il mio secondo anno qui, ci sto bene, anzi, ultimamente mi sveglio col sorriso perché penso che ho fatto la scelta più giusta, sto bene con i miei nuovi amici, mi fanno divertire anche mentre giochiamo a poker, e mi piace andare in giro per negozi, mi diverte sentire le lamentele delle vecchiette sul bus..si, ma mi manca il mio paesino, c’è poco da fare.
E mi manca anche il mio letto a una piazza e mezzo, che mi fa sentire come una regina, e poi mi manca sky, e il mio divanone inglobapersone. Ecco perché dopo tre settimane io devo tornare; per due giorni, mica tanto, ma mi ci vogliono proprio!
E stamani ero proprio contenta di tornarmene giù, e quando scesa dal pullman ho trovato un panino col salame e pecorino di Pienza ad aspettarmi, ho proprio pensato, si, sono a casa!
Vado a salutare i miei zii, che sono prozii, ma per me sono più di zii normali, e quando vedo che zio si alza dal letto per salutarmi, mi da un bacio, mi abbraccia, mi chiama per nome, e si commuove dicendomi “è troppo tempo che non vieni qui, cici”, e mi chiede di dargli un altro bacio, beh, io non vorrei più venire via. Ma proprio più.
Mi metto un pochino a riposare sul divano, chiudo gli occhi solo un attimo eh, e poi vengo invasa da ub profumino di patate, rosamarino, gamberoni, ahhh…la gioia di avere qualcuno che cucina per me, e cucina meglio di uno chef per di più!!
Poi l’aria, l’aria che c’è qui, si sente il profumo delle piante, della terra troppo secca perché manca l’acqua, il profumo del mare, della sabbia, dell’aria pulita, si sentono dei bambini che urlano sulle altalene, cani che abbaiano, e il profumo della pizza di Asporto (badate bene, non DA, ma DI, ma è una storia lunga che non è il momento di raccontare..)
Domani vado a lavare la macchina, che sembra giacere sotto casa abbandonata, passo a prendere Sara e me ne vado al mare.
Voglio godermi tre giorni di vita campagnola proprio..Ah, ma perché su Mtv hits passano i Depeche Mode, e allo stesso momento su Brand New passano i Vanilla Sky??Non dovrebbe essere il contrario??

Annunci

2 thoughts on “Casa dolce casa

  1. Come si dice da sempre: “sarà che a bologna non c’è il mare…” perchè altrimenti si starebbe bene pure qui, che questa città non ha mai imparato a diventarla per bene e c’è semrpe l’animo da paesone.
    Che vino ha aperto stasera tuo babbo?

  2. Un vino maremmano, “Tisso”, fatto in una tenuta proprio qui..piuttosto buono, aperto un’oretta prima, ovviamente!
    a Bologna se anche ci fosse il mare ci sarebbe pur sempre il dannato smog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...